In Italia la creatività si fa strada

Il MISE finanzia l’avvio, il rinnovamento e lo sviluppo di imprese creative con sede su tutto il territorio nazionale in un unico bando, prevedendo due percorsi diversi.

Il primo finanzia le imprese creative all’80%, di cui 40% a fondo perduto, fino a 500.000,00 euro, per l’avvio di nuove imprese o il rinnovamento di quelle esistenti.

Il restante 40% prevede un finanziamento a tasso zero della durata di 10 anni.

Il secondo percorso concede un voucher che finanzia l’80% a fondo perduto alle aziende che usufruiscono di servizi delle imprese creative.

Il valore massimo finanziato è di diecimila euro.

Quali sono le aziende ammissibili?

  1. PMI creative costituite da meno di 5 anni per interventi dedicati all’avvio o allo sviluppo dei propri piani di impresa;
  2. PMI creative attive da più di 5 anni per investimenti di ampliamento o diversificazione della propria offerta o mercato di riferimento, efficientamento e innovazione del processo produttivo;
  3. Imprese di altri settori partecipanti a progetti integrati con imprese creative che garantiscano a tutti i soggetti partecipanti vantaggi competitivi.

Visualizza qui gli ateco delle aziende creative ammissibili al finanziamento diretto o ai servizi per pmi.

Secondo percorso in partenza a settembre per PMI non creative

La seconda linea di finanziamento allarga l’accesso al fondo delle imprese creative a tutte le PMI che si avvarranno dei servizi delle aziende creative finanziandole per l’80% a fondo perduto.

Il bando dà la possibilità a tutte le aziende di richiedere un Voucher per avvalersi dei servizi specialistici.

Dall’elenco delle attività ammissibili (classificazione ATECO 2007) le attività creative per cui è possibile richiedere il contributo spaziano da servizi per la pubblicità e marketing all’arredamento e design specializzato, oltre al tipico artigianato, editoria e fotografia.  

Sono ammissibili alle agevolazioni i servizi che hanno per oggetto:

  • azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand;
  • design e design industriale;
  • incremento del valore identitario del company profile;
  • innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo.

Per la presentazione della domanda è possibile compilare il modulo sul sito di Invitalia a partire dalle ore 10 del 6 settembre 2022; l’invio dovrà essere eseguito dalle ore 10 del 22 settembre 2022 in modalità click day. 


Sabrina Di Napoli

grafiche di Alice Breda

Le puntate di Lavoro Informa su questo tema:

Imprenditoria Femminile

Ricerca e Innovazione

Fare Impresa

Condividi questo articolo:

Fatti riconoscere!

accedi per ritrovare sempre i tuoi dati